Vetrina commerciale
Shopping on-line
Immobili
Virtual Tour
Guida al turista
Parma in tavola
Ristoranti
Alberghi
B & B e Agriturismi
Parma by night
Cinema
Teatro
Musica
Arte
Incontri
Libri
Fiere
Il culto a Parma
Per i più piccoli
Feste e sagre
Sport
Fitness
Parma notizie
Calendario eventi
Servizi di utilità
Link della città
Altri link
Finanza on-line
Numeri utili
Assicurazioni
Chi siamo
Pubblicità
Help
Collabora con noi
Note legali
Credits
Mappa del sito
Home

Home » Guida al turista » Storia e cultura


STORIA

Parma, per molti versi, si presenta ancora oggi come una piccola capitale, com'è stata per diversi secoli. La sensazione si può percepire sia percorrendo le sue strade e piazze, che visitando i suoi monumenti od osservando il suo elegante stile di vita. Ciò le deriva, oltre che dal passato storico di capitale del ducato dei Farnese, dei Borbone e di Maria Luigia d'Austria, seconda moglie di Napoleone, anche da ricche tradizioni culturali, tenute ancora oggi vive dall'Università, dagli istituti di cultura nonché dalla grande tradizione musicale della sua gente. Non dimentichiamo, infatti, che siamo nella terra di Giuseppe Verdi e che il Teatro Regio di Parma vanta un pubblico tra i più competenti ma anche tra i più critici ed esigenti in campo musicale. Notevole la potenzialità economica ed industriale in diversi settori, ma che spicca ulteriormente nel campo alimentare e si sposa con la ricca tradizione dei prodotti tipici del territorio e della provincia, quali i suoi famosi salumi ed il prosciutto di Parma, per arrivare ai prodotti lattiero-caseari ed al rinomato Parmigiano-reggiano.

Fondata nel 183 a.C. dai romani guidati dal triumviro Marco Emilio Lepido, diventa importante centro già all'epoca dell'impero romano, posizionandosi come nodo strategico sul percorso della Via Emilia. Nel periodo bizantino è denominata Crisopoli, ed è successivamente conquistata dai longobardi. Nascono in questo periodo nuove vie di comunicazioni ed il tratto della Via Francigena parmense, o itinerario del Monte Bardone. E' costituita Comune nell'anno 1106 e nell'età comunale sorgono il Duomo e il Battistero. La decadenza dell'età comunale e le lunghe lotte interne delle famiglie più potenti, portano nell'età delle signorie al controllo della città e del territorio dell'attuale provincia come domini feudali ricchi di terre e castelli, che si protraggono per secoli ed in alcuni casi giungono fino ai nostri giorni.

Nell'anno 1545 Parma diventa capitale del Ducato di Parma e Piacenza, retto dai Farnese. Da questo periodo nascono importanti monumenti come il palazzo della Pilotta, S. Giovanni Evangelista, Madonna della Steccata e una fiorente scuola di pittura tra cui primeggiano il Correggio e il Parmigianino. Nella seconda metà del 1700, con l'avvento al trono dei Borbone, si ha un ulteriore periodo di fiorente attività artistica e culturale con un notevole influsso francese: questa è anche la causa, unitamente al successivo passaggio nel 1816 del ducato a Maria Luigia d'Austria, moglie di Napoleone, dell'elegante e nobile aspetto della città. Alla morte della duchessa, il ducato ritorna ai Borbone, ma per entrare a far parte subito dopo delle province dell'Emilia di Carlo Farini. Nel 1860 è infine annesso con plebiscito al Piemonte e di conseguenza al Regno d'Italia.
Ph: © Carra Fotografo

> Virtual tour
Come arrivare
In treno
In aereo
In auto
In dettaglio
> Mappe
> Pacchetti turistici
> Alberghi
> Ristoranti
> B&B e agriturismi
Itinerari consigliati
Il centro religioso
Il centro comunale
La Città Ducale
L'Oltretorrente
La Certosa di Parma
Percorsi e piantina
> Storia e Cultura
> Musei e Monumenti
> Castelli e Rocche
> Biblioteche e Archivi
Parma in tavola
Storia e cultura della gastronomia parmigiana
La storia in cucina
Prodotti tipici della Food Valley
I piatti tipici
Lo Chef consiglia
Elenco ristoranti aperti la domenica
La meravigliosa gastronomia parmigiana
Il bon ton a tavola
> Suggerimenti dalla rete