Vetrina commerciale
Shopping on-line
Immobili
Virtual Tour
Guida al turista
Parma in tavola
Ristoranti
Alberghi
B & B e Agriturismi
Parma by night
Cinema
Teatro
Musica
Arte
Incontri
Libri
Fiere
Il culto a Parma
Per i più piccoli
Feste e sagre
Sport
Fitness
Parma notizie
Calendario eventi
Servizi di utilità
Link della città
Altri link
Finanza on-line
Numeri utili
Assicurazioni
Chi siamo
Pubblicità
Help
Collabora con noi
Note legali
Credits
Mappa del sito
Home

Home » Parma in tavola » Storia e cultura della gastronomia parmigiana


S
toria e cultura della gastronomia parmigiana
Storie di gusto.

Qualcuno ha definito Parma "Capitale dei Buongustai". E aveva probabilmente ragione La natura ha infatti donato a questa terra particolari condizioni ambientali, dalla assoluta pianura lambita dal Po, ai verdissimi colli, alle erte giogaie dell'Appennino, che l'uomo ha saputo, nei secoli, mettere a frutto e affinare per far nascere alcuni dei prodotti tipici più rinomati nel mondo: dall'impagabile Parmigiano Reggiano al dolce prosciuttto, ai vini dei colli al leggendario Culatello, all'impareggiabile fungo Porcino di Borgotaro. Il lavoro e l'amore per la terra hanno poi portato Parma a divenire, dall'Ottocento ai nostri giorni, la Food Valley d'Italia, concentrando in quest'area la lavorazione di qualità del pomodoro, della pasta, del latte e di numerose altre "conserve" gastronomiche, in questo aiutata da un'industria meccanica specializzatasi nelle tecnologie d'avanguardia per la lavorazione degli alimenti.
Ma la presenza di numerosi prodotti tipici, da sola, non sarebbbe sufficiente. Parma è stata davvero capitale. Capitale di un piccolo ducato, cuscinetto fra i domini pontifici e la Lombardia, da secoli punto di transito privilegiato attraverso l'Appennino per i collegamenti tra Nord e Sud dell'Italia e dell'Europa. Da qui transitava la via Francigena che già nel Mille conduceva i pellegrini a Roma. In questo crocevia naturale hanno regnato i Farnesi, di stirpe romana, i Borbone di Spagna e di Francia, l'austriaca Maria Luigia. Alla Corte di Parma si sono distillati i migliori piatti delle cucine di quelle nazioni, sapientemente rivisitati grazie al gusto e ai prodotti locali, dando vita ad un ricchissimo e raffinato repertorio di prelibatezze. Straordinarie al gusto, certo, ma straordinarie anche nella storia. Nella ricerca, cioé, di quei fatti curiosi che hanno contribuito a dar vita ad una nuova bontà. Così in questa rubrica, più che ricette o rinomati ristoranti, che però trovate in altra parte di questo portale, racconteremo avvenimenti, atmosfere e personaggi della gastronomia parmigiana, dal Cinquecento ai nostri giorni, gloriosi banchetti e tavole raffinatissime, la storia di piatti e di prodotti unici e l'eleganza delle portate. In una parola, la storia del gusto di questa terra bellissima, così da svelare, nel tempo, i segreti della "Capitale dei Bungustai"
.

> Virtual tour
Come arrivare
In treno
In aereo
In auto
In dettaglio
> Mappe
> Pacchetti turistici
> Alberghi
> Ristoranti
> B&B e agriturismi
Itinerari consigliati
Il centro religioso
Il centro comunale
La Città Ducale
L'Oltretorrente
La Certosa di Parma
Percorsi e piantina
> Storia e Cultura
> Musei e Monumenti
> Castelli e Rocche
> Biblioteche e Archivi
Parma in tavola
Storia e cultura della gastronomia parmigiana
La storia in cucina
Prodotti tipici della Food Valley
I piatti tipici
Lo Chef consiglia
Elenco ristoranti aperti la domenica
La meravigliosa gastronomia parmigiana
Il bon ton a tavola
> Suggerimenti dalla rete